Crea sito

I FRIGORIFERI DELL’ANTICA CINA

via | antikitera.

Il tempio di Guangsheng, del 147 d.C., si trova presso il monte Huoshan nella provincia cinese di Shanxi ed è famoso per la sua pagoda a 13 piani detta “Pagoda dell’arcobaleno volante”, con dipinti murali che raffigurano i riti di propiziazione al Dio dell’acqua, durante la Dinastia Yuan (1271-1368). In questi dipinti un ricercatore ha scoperto le prime tracce dell’uso della refrigerazione per conservare i cibi.

In un dipinto si vede la vita che si svolgeva in una ricca casa. Sul muro rivolto a nord, le ragazze portano strumenti musicali e fiori di loto. L’arredamento e i particolari mostrano i segni d’una vita agiata.

Sotto un tavolo si vede un recipiente di legno che contiene frutta, con cubetti di ghiaccio. Il dipinto risale a 670 anni fa, e conferma chiaramente che si sapeva utilizzare il ghiaccio per preservare i cibi, nelle antiche culture d’Oriente e d’Occidente. I romani importavano ghiaccio dalle montagne e lo vendevano nelle loro città a caro prezzo.

L’antica Cina, con tutte le sue montagne, non solo usava il ghiaccio per raffreddare, ma aveva inventato gli spettacoli, i divertimenti e gli sport tra il ghiaccio e la neve. L’imperatore Qing Qianlong (d. 1799) amava gli sport invernali e sosteneva gli atleti e il loro allenamento. Si pensa che i Cinesi abbiano inventato i gelati verso il 3000 a.C, e che sia stato Marco Polo a importarli in Italia.

 

Be Sociable, Share!

,

No comments yet.

Leave a Reply


*

Powered by WordPress. Designed by WooThemes