Crea sito

L’eruzione del Vesuvio del 79 D.C. in 3D al Mav di Ercolano

Share:
Condividi

EVENTI -  - L'eruzione del Vesuvio del 79 D.C. in 3D al Mav di Ercolano - Casertanews.it

Mercoledi 16 novembre alle ore 19.30, alla presenza del Presidente della Regione StefanoCaldoro, della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e del Sindaco di Ercolano Vincenzo Strazzullo sarà presentato il nuovo MAV di Ercolano che apre i nuovi spazi espositivi e le nuove installazioni multimediali con avveniristici strumenti di proiezione e divulgazione scientifica e un radicale restyling, appena concluso, che ha coinvolto l’intera struttura.
"Un progetto di aggiornamento e ripensamento del MAV – sottolinea il direttore del MAV Ciro Cacciola – durato due anni, per rendere il museo sempre di più innovativo e coerente con la sua funzione di museo tecnologico. Un luogo dove la Storia incontra il Futuro. Un viaggio alla scoperta del nostro patrimonio culturale e archeologico reso quasi tangibile dall’utilizzo delle più moderne tecnologie".
Unica nel suo genere, l’installazione dedicata all’eruzione del Vesuvio, che sarà accessibile al pubblico dal prossimo giovedì 17 novembre, si avvale di un innovativo sistema di visualizzazione. Definito tecnicamente 3D immersivo (i3D), è reso attraverso un sofisticato impianto di multiproiezione stereoscopico su 26 metri di nastro in fibra argentata ubicato in uno spazio a pianta circolare. "La scena si svolge intorno a noi, immergendoci nella Storia", precisano i tecnici della SpinVector, società che ha curato oltre alla computer grafica anche il software esclusivo che gestisce la complessa proiezione.
Si tratta, però, solo di una delle novità proposte dal MAV, la struttura aperta nel luglio del 2008 e gestita dalla Fondazione CIVES, presieduta da Nino Daniele e costituita dal Comune di Ercolano, dalla Provincia di Napoli e dalla Regione Campania, che riconferma una posizione di assoluto prestigio tra i centri europei di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione.
"Un nuovo corso – sottolinea il Presidente Nino Daniele – per questa meraviglia che ancor più si propone come centro culturale d’eccellenza della Campania. Una struttura capace di offrire modalità di fruizione tali da attrarre le nuove generazioni, nell’uniformarsi ai nuovi livelli di condivisione del sapere ormai normalmente frequentati da esse, e di proporsi quale supporto strategico per l’intero polo museale e culturale attivo nell’area e quotidianamente impegnato nel fondamentale compito di tutela, diffusione e promozione della straordinaria civiltà qui sorta e da qui sviluppatasi e diffusasi sul pianeta nei secoli passati".
In occasione dell’inaugurazione, dalle 19.30 in poi, il MAV organizza una serata dedicata al VESUVIO che accoglierà gli interventi di numerosi ospiti convenuti ad Ercolano a sostenere il nuovo progetto legato alla struttura, ed il sensibile sforzo sostenuto dalla Fondazione Cives nel consolidare e rilanciare la presenza e l’attività del MAV a dispetto della grave congiuntura economica nazionale.
"Rivolgiamo il nostro sincero ringraziamento – aggiunge il Presidente Nino Daniele – a quanti, a vario titolo, hanno voluto sostenere il progetto culturale del MAV, testimoniando con la propria presenza l’importanza di un lavoro costante nella difesa e nella diffusione della conoscenza del nostro patrimonio culturale. Siamo e saremo sempre grati a Mariano e Ruben Rigillo, protagonisti in voce dell’intenso racconto proposto dal filmato sull’eruzione del Vesuvio, al Papirologo Graziano Ranocchia, agli attori Lello Serao e Nunzia Schiano, al Filosofo Aldo Masullo, all’attore e regista Toni Servillo che ci condurranno, nel nome del nostro Vulcano, in questo straordinario percorso alla scoperta di parti sensibili della nostra civiltà".
Nel cuore della città vesuviana, a pochi metri dall’area archeologica che custodisce i resti tangibili dello splendore della romana Herculaneum, e in prossimità di grandi attrattori culturali, come il famoso mercato di Resina (o Pugliano), il Parco Nazionale del Vesuvio e il Miglio d’Oro delle Ville Vesuviane, il MAV arricchisce il suo viaggio alla scoperta della Storia presentando inedite ricostruzioni in 3D che documentano la tragica eruzione del Vesuvio del 79 d.C, ma anche la vita nelle antiche Terme e nell’imponente Teatro di Ercolano. Segmenti di grande importanza per la conoscenza delle nostre origini, si vanno in tal modo ad aggiungere alle precedenti ricostruzioni del MAV dedicate, ad esempio, alla documentazione della maestosità del foro di Pompei o al mistero della Villa dei Papiri, nonché all’utilizzo della tristemente nota Schola Armaturarum, crollata a Pompei nel 2009 e qui ricostruita in computer grafica tridimensionale. La struttura polifunzionale, di 5.000 metri quadrati su tre livelli, accoglie più di settanta installazioni multimediali, tra ricostruzioni scenografiche, interfacce visuali ed ologrammi , che restituiscono vita e splendore alle principali aree archeologiche della regione, oltre ad incorporare una mediateca, un auditorium per proiezioni cinematografiche e visioni in 3D, una galleria espositiva, e vari spazi per l’intrattenimento e l’approfondimento.

via | casertanews

Be Sociable, Share!

, , ,

No comments yet.

Lascia un Commento


*

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes