Crea sito

Lo sportivo più ricco della storia ha 2000 anni

Corsa delle quadrighe

Ingrandisci la foto

© foto Taylor Dundee
Un professore di storia americano smentisce la rivista Forbes: lo sportivo più ricco della storia non sarebbe Tiger Woods, ma un certo Gaius Appuleius, campione indiscusso di una disciplina molto seguita e pericolosa: la corsa delle quadrighe.  (Focus.it 18 luglio 2010)

Lo sportivo più ricco della storia? Secondo la prestigiosa rivista americana Forbes sarebbe Tiger Woods, il primo atleta ad aver guadagnato nella sua carriera oltre un miliardo di dollari tra premi, ingaggi e sponsorizzazioni. Una cifra mostruosa, pari a circa 775 milioni di euro.
Ma Peter Struck, docente di Studi Classici all’Università della Pennsylvania smentisce l’autorevole testata: i mille milioni di dollari del campione di golf sonobruscolini se paragonati ai 36 milioni di sesterzi guadagnati in 24 anni di attività da Gaius Appuleius Diocles, un auriga ispano-romano del II secolo.

Piloti con l’elmo e bolidi da 4 cavalli
Le corse dei carri erano la Formula 1 dell’epoca e i conduttori erano acclamati dalle folle come vere e proprie star. Scelti tra le classi più umili della società romana, venivano arruolati all’interno di vere e proprie scuderie da corsa. Gaius Appuleius debuttò all’età di 18 anni nella squadra bianca, dopo sei anni passò a quella verde e concluse la sua carriera a 42 anni nella fila dei rossi.
Il team investiva parecchio sull’auriga. Lo allenava, lo manteneva, acquistava e allevava per lui i cavalli migliori e lo forniva di tutto l’equipaggiamento necessario: un elmo in pelle, schinieri, una robusta protezione per il torace, una frusta e un coltello, utile per tenere lontani gli avversari durante le corse, per tagliare le redini in caso di rovinose cadute dalla quadriga o… per evitare, con un gesto estremo, la vergogna della sconfitta.
La corsa partiva ad un cenno dell’imperatore e si svolgeva su 7 giri del circo, durante i quali l’unica regola era che… non esistevano regole. Per riscuotere il premio era sufficiente arrivare, vivi, tra i primi 3 (Clicca qui per vedere la ricostruzione di una gara tratta dal film “Ben Hur”)

L’imperatore del Circo Massimo
Secondo un’iscrizione ritrovata a Roma da Struck, Gaius Appuleius vinse nella sua lunga carriera 35.863.320 sesterzi, circa 5 volte lo stipendio del governatore di provincia meglio pagato della sua epoca.
Questa cifra era sufficiente per acquistare il grano necessario alla sopravvivenza dell’intera Roma per un anno intero o per pagare il salario a tutti i soldati ordinari dell’impero per un quinto di anno. Oggi, per pagare gli stipendi delle forze armate americane per lo stesso periodo di tempo occorrerebbero circa 15 mliardi di dollari.
E nemmeno Woods, con i suoi drive e micidiali, potrebbe permettersi tanto.

Fonte: http://www.focus.it

Be Sociable, Share!

,

No comments yet.

Leave a Reply


*

Powered by WordPress. Designed by WooThemes