Crea sito

“Monstra – Costruzione e percezione delle entità ibride e mostruose nel Mediterraneo Antico”, Velletri, 8-11 Giugno 2011

via | Archeogate.

“Il convegno “Monstra – Costruzione e percezione delle entità ibride e mostruose nel Mediterraneo Antico”, organizzato dal Dipartimento di Storia, Culture, Religioni (sezione di Studi Storico-Religiosi)dell’Università di Roma La Sapienza e dal Museo delle Religioni “Raffaele Pettazzoni” di Velletri (Roma), si terrà a Velletri (Roma) da mercoledì 8 a sabato 11 Giugno 2011, con il seguente orario: 9:30-13:00 / 15:00-19:00.

Il convegno intende storicizzare la moderna categoria del “mostruoso”, così come intesa normalmente nella cultura occidentale contemporanea, rapportandola sia alle caratteristiche delle entità a carattere ibrido presenti nelle culture del mondo antico,sia alle modalità con le quali queste entità venivano recepite nell’ambito delle culturestesse, anche in rapporto alla possibilità di poter individuare una linea di sviluppo,determinata dal modificarsi delle condizioni storiche, che porti all’attuale concezionedel “mostruoso”.
In numerose civiltà, infatti, si può riscontare la presenza di entità acarattere ibrido la cui funzione e ricezione diverge notevolmente da cultura a cultura,tanto che risulta evidente come gli elementi determinanti culturalmente il”mostruoso” risultino diversificati a seconda delle civiltà considerate.
Del resto,mentre in alcune culture, come ad esempio nell’antico Egitto, il carattere ibrido eteratomorfo sono compatibili, se non addirittura caratteri specifici, della divinità, inoltre invece sembrano piuttosto pertinenti ad un ambito dell’extra-umano sentito come “caotico” e in certi casi opposto a quello divino (come tendenzialmente nelmondo greco antico).
Evidentemente a questa percezione culturale del “mostruoso”non può che corrispondere una diversità nella concezione del divino e del rapportodell’uomo con l’eventuale carattere “sacro” della “mostruosità”.
In questo quadro, siintende indagare da un punto di vista interdisciplinare la funzionalità di queste entità(carattere simbolico del loro ibridismo e loro ricorrenze nella mitologia e nei rituali)nonché la loro percezione nelle fonti classiche.
In vista di una ricostruzione storica di come la concezione di queste entità si sia
formata e modificata nel corso del tempo in base a determinate circostanze storiche ea seconda dei contesti culturali, si intende strutturare il convegno dedicando uno spazio idoneo allo studio di queste entità nelle culture del Vicino Oriente antico, nellaGrecia classica, nella Roma antica e nei primi autori cristiani, verificando anche così se, come e quanto il formarsi della religione cristiana abbia comportato unarisemantizzazione di queste entità.
Uno spazio adeguato dovrà essere dedicato anche ad una seria riflessione di carattere teorico-generale sulla tipologia del “mostruoso” e sulla sua utilizzazione nell’ambito degli studi storico-religiosi e antropologici.
Al riguardo, inoltre, per un serio approfondimento dei meccanismi di costruzione delleentità ibride si ritiene utile anche l’organizzazione di una sezione storico-comparativavolta all’analisi e al confronto di queste tematiche in sistemi culturali estranei all’aria mediterranea antica.

Il convegno è strutturato in 4 aree tematiche di ricerca:
1.Egitto e Culture del Vicino Oriente antico (coordinatore dott. Lorenzo Verderame -Sapienza Università di Roma)
2.Grecia e Roma antica (coordinatore prof. Ileana Chirassi Colombo – Università degliStudi di Trieste)
3.Primo Cristianesimo (coordinatore prof. Emanuela Prinzivalli – Sapienza Università diRoma)
4.area storico-comparativa (coordinatore dott. Sergio Botta – Sapienza Università diRoma)

Be Sociable, Share!

,

No comments yet.

Leave a Reply


*

Powered by WordPress. Designed by WooThemes