Crea sito

Pompei, crolla muro romano sequestrata area nord scavi

Il cedimento è avvenuto vicino a Porta di Nola, in un settore aperto al pubblico, due notti fa. A terra tre metri cubi di macerie. La rabbia del sottosegretario Villari: "Informato solo ora"

Pompei, crolla muro romano sequestrata area nord scavi

I carabinieri di Pompei (Napoli) hanno sequestrato ieri sera una piccola area a nord degli scavi archeologici dove si è verificato il crollo di un muro romano realizzato con la tecnica "Opus incertum". Il cedimento è avvenuto nei pressi di Porta di Nola vicino la cinta muraria della città antica, giovedì notte, in seguito al violento nubifragio che ha flagellato l’area vesuviana, ma si è saputo solo stamani.
A crollare è stata la parte superiore di un paramento murario romano realizzato, appunto, in "opus incertum", in una zona aperta al pubblico. A terra ci sono circa tre metri cubi di macerie. Il cedimento si è verificato a quasi un anno di distanza dal crollo della Schola Armaturarum e non ha provocato danni a persone nè ad altre strutture. In questo momento è in corso un sopralluogo del direttore degli Scavi, Antonio Varrone.
"Sto andando a Pompei, tra poco sarò lì, per il momento posso solo dire che il crollo è avvenuto ieri e io ne sono stato informato soltanto questa mattina. Questo è molto grave. Così le cose non funzionano". Il sottosegretario ai Beni Culturali, con delega su Pompei, Riccardo Villari sul crollo di un’opera muraria all’interno degli scavi, non nasconde la sua irritazione per il modo in cui è stata affrontata la vicenda.

via | La Repubblica

Be Sociable, Share!

No comments yet.

Leave a Reply


*

Powered by WordPress. Designed by WooThemes